Libreria

Lorenza Pieri
Molto grossa, incredibilmente vicina. Un anno con la Concordia sotto le finestre
narrativa,Narrazioni, anno: 2013
isbn:
prezzo: gratis
Categoria: Arte
Copia elettronica: PDF e ePub

 

"Provate a fare uno sforzo mnemonico e a risalire al primo paesaggio della vostra infanzia che ricordate, possibilmente con piacere. Penso che ognuno di noi abbia nel proprio immaginario un rettangolo con un panorama che può considerare dell’anima, il primo giardino in cui ha giocato, gli alberi dietro la casa dei nonni, la vista di una spiaggia o di una collina sulla quale ha scorrazzato per ore durante le vacanze estive. Ecco, adesso prendete quel rettangolo di nostalgia e metteteci dentro un enorme oggetto di metallo, pesantissimo, inamovibile e del tutto incongruo con il paesaggio che lo contiene. Poi pensate che per via di quell’oggetto, in quel posto hanno perso la vita trentadue persone. Provate a immaginarvi di mettere in fila pure loro, una accanto all’altra, nello stesso rettangolo. Poi provate ad abituarvi a guardarlo così, il vostro panorama dell’anima, anzi, a vederlo per settimane sulle prime pagine di tutti i giornali, in televisione, su internet.
Dopo questo esperimento di immaginazione potete avvicinarvi a capire cosa significa per me (e per tanti gigliesi) la tragedia della Costa Concordia."

 

Indice:
Inverno
Guida ragionata al panorama emotivo lasciato dal relitto
Ritorno a casa
Gigliesi, popolo di navigatori...
... e di poeti, ma soprattutto popolo di santi
Sui danni del gigantismo e della movida sull'acqua

Primavera
Mio cuggino mio cuggino (in tondo)

Estate
Fenomenologia di Schettino - parte prima -

Autunno
Fenomenologia di Schettino - parte seconda -

e ancora inverno
Every cloud has a silver lining

 

Per scrivere un commento occorre aver letto e accettato le nostre Norme per la comunità.

comments powered by Disqus
Commenti: 4

Anonymous Lun, 14/01/2013 - 17:23

Un racconto dall'interno che ripulisce tutta la vicenda dalla patina mediatica e – finalmente – ci mette il cuore. Molto bello, merita davvero.

Cristina Lazzeri Lun, 14/01/2013 - 18:17

Vale davvero la pena di scaricarlo e leggerlo! Un brillante reportage sulla tragedia della Concordia vissuta da una gigliese. Molto ben scritto, toccante e profondo. Un punto di vista più diretto e diverso, da leggere tutto d'un fiato!

Anonymous Ven, 18/01/2013 - 22:28

Un racconto vero, dettagliato, coinvolgente, che arriva al cuore e ti fa amare il Giglio e i Gigliesi anche se non li conosci!

Anonymous Lun, 21/01/2013 - 17:15

Ha colto il segno andando al "nocciolo" del sentimento intimo e lo smarrimento di chi visse il Giglio dalla nascita crescendovi lasciandolo,poi, per cause diverse. Per gli ottantenni era già pesante prima del naufragio oggi è insopportabile anche per chi la vista l'ha perduta. L'ingombro, i rumori, l'assedio vengono avvertiti sia "fuori" che "dentro"

famiglia Fanciulli-Gemignani

© 2018 doppiozeroISSN 2239-6004Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate